giovedì 6 giugno 2013

I costi dell’Indonesia

I costi di un viaggio in Indonesia dipendono molto dal numero di escursioni che si fanno. Noi abbiamo speso 1.060 € a testa in 39 giorni, compresa la crociera di 5 giorni pagata 250 € ciascuno.

Esclusa la crociera, il costo medio quotidiano è stato di 24 € a testa. 
In Indonesia abbiamo percorso via terra 4.000 km, di cui 1.100 in barca o traghetto, 1.000 in moto e il resto in bus, pulmini o jeep.

La vita costa poco: una camera doppia con bagno va dai 10 ai 13 € a notte compresa la colazione, il wi-fi è presente in tutti gli alberghi e in molti locali; cenare nei ristoranti economici, anche turistici, costa circa 4 € a testa.

Cambio: 1€ = 12.500 rupie; 1$ = 10.000 rupie.

I bus pubblici sono economici, ma anche esasperatamente lenti. L’alternativa sono i pulmini che trasportano i turisti, ovviamente più costosi. Questi ultimi sono molto usati a Bali, poco a Lombok e quasi inesistenti a Giava.

Viaggiare in moto in Indonesia è comodo, economico e pericoloso, bisogna andare piano, piano, piano. L’assicurazione talvolta c’è, ma non bisogna farci affidamento. Il prezzo del noleggio cambia molto da città a città. In generale, più la zona è turistica e più si abbassano i prezzi. A Ubud costano 35.000 rupie al giorno, mentre a Solo, nell’isola di Giava non si trova a meno di 100.000. Se si noleggia per un mese intero costa meno, a Bali per esempio si pagano solo 25.000 rupie (2€) al giorno. Su tutte le moto si può viaggiare in due, obbligatori casco e patente. Il costo della benzina è di 4.500 rupie al litro.

La visita ai vulcani è dispendiosa perché si parte di notte e l’unico mezzo per arricarci è una jeep. E’ costoso il Kawah Ijen perché si arriva solo con mezzi propri o. Per salire il vulcano  Angun a Bali, oltre alla jeep, c’è bisogno anche di una guida che ti accompagni nella salita a piedi.

Bella la mini crociera di 5 giorni, la consigliamo assolutamente. Ci sono due compagnie che fanno il tragitto in barca da Lombook a Flores fermandosi a vedere i draghi di Komodo e a fare snorkeling su molte isole di sabbia bianca. Noi abbiamo scelto la costosa Perama Tour (www.peramatour.com) pagando 3.000.000 di rupie per andata e ritorno (3 giorni sola andata al costo di 2.000.000 rupie, volendo si può tornare con altri due giorni di viaggio per un totale di 3.000.000 di rupie a testa). Ottimo il servizio e bella la tappa per piantare i coralli nel mare. Il tour meno costoso, fatto con la compagnia “pubblica”, costa 1.400.000 rupie di sola andata e impiega 4 giorni… non ci ispirava. 

All’arrivo in aeroporto si pagano 25 $ a testa per il visto che vale 30 giorni. Il rinnovo, fatto personalmente all’ufficio immigrazione di Matarama, ci è costato altri 25 $ a testa e ci è stato consegnato 48 ore dopo senza nessuna richiesta di foto o voli aerei di uscita dal paese. Facendo l’estensione del visto con un’agenzia si impiegano 5 giorni e il costo raddoppia. Se ci si presenta in aeroporto con il visto scaduto si pagano 200.000 rupie per ogni giorno oltre la scadenza scadenza.

Nel momento in cui si lascia il paese si paga una tassa di 150.000 rupie a testa. E’ l’unico stato in cui ci è stata richiesta una tassa di uscita.

I dollari e gli euro si cambiano ovunque, i tassi sono migliori in città che in aeroporto. Molto comodo è prelevare i soldi con il bancomat (circuito CIRRUS) anche se in taluni sportelli il prelievo massimo passa da 2.500.000 rupie a 1.000.000 di rupie.

Per telefonare in Italia si possono usare i telefoni presenti negli internet point (10.000 rupie al minuto), ma ci sono solo nei posti turistici. E’ molto più comodo ed economico prendere una SIM locale della SIMPATI dal costo irrisorio di 15.000 rupie e caricarci 50.000 o 100.000 rupie di traffico. Una chiamata ad un telefono fisso in Italia, facendo il numero 0101739 (al posto do 0039), costa solo 2.000 rupie al minuto. Con altre 50.000 rupie si possono aggiungere 1,2 Gb di traffico internet, comodissimo per avere la connessione a internet ovunque, anche durante i lunghi viaggi in autobus.

Saluti all’Indonesia

Salutiamo gli indonesiani con la loro gentilezza e la loro disponibilità, non si arrabbiano mai, anche quando chiedi più volte di vedere la stessa camera e poi cambi idea. Ringraziamo tutti quelli che parcheggiano auto e moto sui marciapiedi, rendendo ogni passeggiata un Vipassana ad ostacoli. Ringraziamo tutti gli alberghi che avevano un grosso contenitore d’acqua e un mestolo al posto della doccia, così ci hanno risparmiato la fatica di lavarci. Ringraziamo infine, seriamente, i medici e gli infermieri delle due cliniche che abbiamo frequentato, per la loro gentilezza, disponibilità e pazienza. Ci hanno fatto sentire veramente come fossimo in un ospedale di casa nostra.

L'Indonesia è così grande, pur avendo percorso 4.000km ne abbiamo fatto una piccola parte 
 
I bagni indonesiani con un grande contenitore e mestolo servono per lavarsi e per gettare acqua nel WC...che ricordo! 

5 commenti:

  1. Che bel viaggio che avete fatto...complimenti...e grazie per i suggerimenti per l'indonesia...

    RispondiElimina
  2. Si, il viaggio è stato veramente bello....veramente tutti dovrebbero trovare la forza di partire una volta nella vita...
    mi raccomado non perdere i 5 giorni di crociera dalle Gili a Komodo...

    RispondiElimina
  3. Ciao Ruggero e Paola!!
    Grazie per le vostre preziose testimonianze!
    io sono una studentessa-lavoratrice di 23 anni affamati di viaggi, e ispirata dai vostri post partirò tra una settimana per 12 giorni a Bali.
    avendo pochissimo tempo (causa lavoro ahimè), pensavo di fermarmi poco a Bali e preferire Lombok, meno turistica.
    volevo fare la crociera da Lombok a Flores...me la consigliate anche se viaggio in solitaria?
    grazie ancora, Linda

    RispondiElimina
  4. Le crociere sono piene di turisti, non credo proprio ci siano problemi. Al limite, al momento della prenotazione (che puoi fare anche lì, a meno che non sia luglio e agosto) chiedilo a chi ti vende il biglietto. Se vuoi altre info puoi anche scrivere direttamente all'indirizzo mail sotto "contatti"
    ruggero

    RispondiElimina
  5. Quando Vacanza India, ottenendo preparato in anticipo, non è il lavoro di base per un viaggio di successo come si potrebbe pensare, ma il suo ruolo importante per il vostro viaggio

    RispondiElimina