venerdì 30 agosto 2013

Digiuno totale all’acqua: 7° e ultimo giorno


Il mio peso questa mattina era di 59,3 kg; ho perso 0,6 kg rispetto a ieri.

Ormai sono rientrato nella “normalità”, ho dormito tranquillamente tutta la notte e mi sono alzato senza stanchezza o giramenti di testa. Il dolore al braccio che mi aveva dato problemi i giorni scorsi è sparito completamente. Da due o tre giorni la mia pelle è più liscia, senza nemmeno un cenno di foruncoli ed è meno grassa, tanto che sento meno il bisogno di lavarmi.

Questo benessere apparente potrebbe indurmi a prolungare il digiuno di qualche giorno, ma ormai ho deciso che da domani ricomincerò a mangiare. Sette giorni mi sembrano più che sufficienti per liberarmi del cibo passato e iniziare un’alimentazione più sana.

E’ stato interessante vedere come il corpo si modifica e si adatta alle situazioni: il benessere fisico che ritorna dopo qualche giorno, i dolori “nascosti” che si ripresentano, aumentano e poi spariscono di nuovo, la pelle che diventa come quella dei bambini, il battito del cuore, inizialmente forte, ritornare lentamente alla normalità, ecc..

Oggi è stata una giornata normale, nessuna fatica a fare le cose. Mi sono documentato su come ricominciare a mangiare. Non ci sono delle indicazioni particolari, l’importante è mangiare pochissimo. Nel 1945, quando gli alleati liberarono i prigionieri dei campi di concentramento, alcuni detenuti, che finalmente potevano mangiare a sazietà, morirono perché il loro stomaco si era troppo ristretto e letteralmente scoppiava per il tanto cibo.

Sogno già i sapori.

Per leggere il post relativo al primo cibo dopo il digiuno, selezionare il seguente link:

Digiuno ottavo e ultimo giorno


Curiosità del viaggio: mappa della vegetazione mondiale

Nessun commento:

Posta un commento